Pubblicazioni

Sottovoce sul cuore

Dieci anni dopo le vicende di “Potevi dirmelo prima”, Mavi si ritrova a fare i conti con la sua vita da trentacinquenne in carriera, sempre innamorata di Marco e con una buona quantità di nodi da sciogliere. Soprattutto quelli che nessuno vede ma che lei sente iniziare a stringerle il cuore e lo stomaco. Perché a trentacinque anni tutti si aspettano evoluzioni, piroette e carpiati. C’è sempre la sua famiglia – a volte ingombrante come un vecchio comò –, la figlia di Marco che cresce come il lievito madre, i vecchi amici e quelli nuovi, come Giovanni, Stella e Camilla. Ci sono viaggi in solitaria, buffe cartomanti e segnali da decifrare. C’è un lavoro promettente che però non promette tutto. Ci sono i desideri, quelli che a volte si possono solo dire sottovoce sul cuore. C’è una donna, Mavi, che a questa piccola voce sul cuore darà nuovamente ascolto?

Potevi dirmelo prima

È una giornata come tante altre quella di Mavi nella sua Bologna che, tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate, la vede impegnata negli esami universitari della Magistrale in Filosofia. Uno scambio di parole con una commessa cambia però il senso di quelle ore. Il regalo di laurea del padre, Firenze, gli amici sempre presenti, Sofia che se non ci fosse dovrebbero inventarla, una famiglia con cui trovare i nuovi equilibri della vita adulta ma soprattutto la potenza di quello che tutti chiamano futuro ma che per Mavi ha un solo nome: Marco. Marco che ha un “cuore in allarme”, come canta Lucio Dalla, e che forse vorrebbe anche andar via, ma che ha soprattutto un bel caos da risolvere contro il quale una giovane filosofa non può far molto se non comprendere che la vita è davvero imprevedibile e che l’amore non è altro che un meraviglioso incastro di vite, casini e imprevisti allargati.

Ti Prometto Sogni Belli: Favole della buonanotte e piccole attività per manine operose

Ti prometto sogni belli un libro di favole moderne per parlare e giocare con i piccoli di casa mentre fuori il mondo corre veloce e la tecnologia, a volte, prende il sopravvento facendoci dimenticare quanto sia bello passare del tempo con le persone a cui vogliamo bene.

Questa raccolta desidera riportare la famiglia a una dimensione di coccole e dialogo, di abbracci, chiacchiere rumorose, carezze, risate e morbidi tappeti. Una dimensione di piccole attenzioni fatte di gesti quotidiani, come le favole della buonanotte e le attività interattive da fare insieme in giardino d’estate o a casa in un piovoso pomeriggio d’inverno.

Chi ha detto che le favole non esistono più?
Esistono eccome e sono uno dei più importanti supporti durante la crescita per imparare a comprendere il Mondo in tutte le sue sfumature e per scoprire che sono proprio i sogni dei bambini a plasmare il futuro.

Share This