Come proteggere i bambini (e noi grandi) dal sole

Ago 10, 2021 | Attività e tempo libero, In primo piano, Ultime novità | 0 commenti

Come proteggere i bambini (e noi grandi) dal sole

Scritto da Elisabetta Pieragostini

10 Agosto 2021

Ormai siamo ad agosto inoltrato e di sole sicuramente ne avremo già preso tutti, ma io ho iniziato le mie vere ferie sabato quindi per me le vacanze sono appena iniziate. Il sole fa bene a tutti, lo sappiamo, sia a livello fisico che umorale. Il sole mette allegria, felicità. Ciò di cui abbiamo bisogno spesso è luce, vitamina D e aria. L’esposizione però può diventare pericolosa se non proteggiamo bene i nostri bambini e noi stessi dai raggi diretti del sole che, a causa dei molteplici fattori ambientali, sono sempre più un rischio per la pelle.

Quindi, come proteggere i bambini, e noi adulti, dal sole?

Vi lascio la mia esperienza e alcuni consigli che ho coltivato in questi anni di maternità.

Creme e cremine per il sole: la mia borsa mare

 

Quando arrivo al mare sembro Fantozzi: porto borse piene di tante cose utili per la protezione dal sole e anche un sacco di cose che poi non uso. Voi no? Proteggo da sempre le mie ragazze e me stessa perché le scottature non sono solo spiacevoli a livello di sensazione fisica che ti sembra di friggere, sono soprattutto pericolose anche per i rischi legati ai tumori della pelle.

Quando Matilde e Viola erano piccole evitavo che stessero sotto il sole diretto nelle ore centrali della giornata, quindi le portavo al mare fino alle 11.00 e dopo le 17.00. Alternavo momenti di sole a momenti di ombra, indossavano un cappellino con visiera, gli occhiali da sole per proteggere gli occhi e poi via con la crema con un filtro elevato.

Quali creme solari ho sempre acquistato?

 

Da piccole usavo i prodotti della Babygella per il mare con protezione a schermo totale. Appena arrivate in spiaggia le spalmavo di crema solare, ne mettevo talmente tanta che erano bianche per quanta ne avevano, sembravano dei fantasmini. Ho sostanzialmente contribuito alle quote societarie della Babygella perché ne consumavo a confezioni, nemmeno se la mangiassero.

Dopo il bagno le asciugavo e via con la crema solare di nuovo, tanto che un giorno una vicina di ombrellone mi disse: “Signora, con tutta questa crema che consuma in farmacia saranno contenti ogni volta che la vedono.” Avrei voluto rispondere di farsi gli affari suoi, ma educatamente ho sorriso e ho semplicemente risposto che la protezione della pelle dei bambini è fondamentale.

Una volta a casa dopo il bagnetto, via di crema dopo sole, sempre Babygella, ché i soci onorari devono essere pure fedeli; anche qui ne consumavo tanta perché le volevo idratare bene. La loro pelle è stata sempre protetta prima e dopo il mare.

Matilde e Viola ora sono preadolescenti…

 

Oggi sono delle ragazzine e alcune abitudini sono cambiate, gli orari sono diversi, a volte stiamo tutta la giornata al mare, ma resta il fattore protezione crema solare 50, utilizzano Solarium, come me, anche se io inizio con 30 corpo e 50 viso. In genere verso la fine dell’estate passano a 30 e gli ultimi giorni a 15.

Dopo la doccia usiamo la crema dopo sole sempre Solarium, ancora oggi è rimasta la fissazione di metterne tanta perché bisogna idratare bene la pelle sia prima che dopo l’esposizione al sole.

Oltre alla pelle, proteggiamo anche i capelli dal sole

 

Il mare è bello, fare il bagno è divertente per i bambini, ma i capelli tra sole e salsedine si stressano. Si stressa tutto, poi le chiamano vacanze…

Come prenderci cura anche dei capelli al mare o in piscina?

Per noi mamme è semplice, basta usare degli spray protettori con filtro solare e magari raccoglierli o coprirli con un fantasioso turbante per evitare di sembrare Medusa. Con i bambini dobbiamo essere più cauti.

Il mio consiglio anche per i bambini è sempre quello di usare cappellini o legare i capelli, anche per praticità e farli sudare di meno. Poi appena fatto il bagno, buona norma sarebbe sciacquare con acqua dolce, ma non è che qui siamo fissati. Bisogna pur rilassarsi. A casa utilizzo uno shampoo delicato, utile è massaggiare bene la cute per togliere sabbia e salsedine, poi una piccola noce di Paul Mitchell Kids.

Adesso che sono cresciute anche loro usano per i loro capelli il mio stesso shampoo Loreal Solar.

Un ultimo consiglio per i capelli è quello di idratarli tantissimo in estate. Il caldo li rende molto più secchi e non sarebbe male fare delle belle maschere o utilizzare anche in spiaggia prodotti come le Hair Food senza risciacquo all’aloe, che idratano tantissimo.

Buone vacanze a questo punto!

 

Adesso siamo pronti per esporci al sole senza paura, però voglio aggiungere un consiglio ulteriore: fate bere tanta acqua ai vostri figli, anche se non hanno lo stimolo della sete

Non dimenticate mai che i bambini vanno protetti dal sole: evitare scottature significa anche evitare che un domani possano avere problemi con patologie anche molto serie legate alla pelle.

Vi lascio il link alla mia intervista alla dottoressa Oriana Simonetti realizzata per Marchemamma perché è importantissimo confrontarsi con un dermatologo in caso di dubbi. Rivolgetevi sempre a degli esperti se avete perplessità. I miei consigli sono di esperienza vissuta e di mamma e donna attenta a proteggere se stessa e le sue figlie da eventuali rischi dovuti all’eccessiva e non curata esposizione.

E adesso tutti al mare… per mostrar le chiappe chiare però io passo.

Buone vacanze, cari amici, vi auguro gioia, relax, amore e allegria. Brindo a voi con il mio solito Crodino doppio e se avete voglia di condividere la vostra esperienza e i vostri suggerimenti vi aspetto tra i commenti o su Instagram.

Alla prossima!

 

Related Articles

Articoli collegati

Seguimi

Iscriviti

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli ultimi articoli

Follow Us

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

Share This