Non siamo mica uguali! Verso la parità di genere

Mar 19, 2024 | Azienda, Consigli di lettura, In primo piano, Parità di genere, Ultime novità, Un po' di me | 0 commenti

Finalmente è uscito il mio primo saggio, “Non siamo mica uguali! Verso la parità di genere”, edito da Fall in Lov, una guida contro il gender gap, un tema attuale e che sta suscitando grande interesse.

Lo scopo di questo libro è trattare e parlare di temi che vivo quotidianamente, discutere con voi delle politiche contro il divario di genere nelle aziende. Un libro pratico e aggiornato sugli indicatori principali che un’azienda deve applicare per colmare il gender gap che vede l’Italia nel 2023 al 79esimo posto su 146 Paesi.

Da alcuni anni le aziende più all’avanguardia stanno adottando policy per colmare il divario tra i due sessi che li vede ancora molto lontani in termini di opportunità e più precisamente di parità salariali, possibilità di carriera e tutela del ruolo genitoriale, che colloca le donne ancora lontane dallo stesso trattamento rispetto ai loro colleghi uomini. Grazie alla certificazione UNI PDR125 2022 le organizzazioni possono fare qualcosa di concreto per colmare il gender gap nei luoghi di lavoro e io ho voluto spiegarlo in “Non siamo mica uguali! Verso la parità di genere”, in cui parlo non solo di linee guida ma anche di case history nella mia azienda, una delle prime ad essere state certificate in tema di parità di genere in Italia, e tra le prime cinque nelle Marche.

All’interno troverete mie riflessioni e la mia esperienza personale, ho voluto condividere con voi la mia vita, quello che anche io ho subito in termini di discriminazione all’interno del luogo di lavoro dove ancora sono troppo presenti gli stereotipi e i pregiudizi. Inoltre, troverete anche spunti di riflessione di persone che ringrazio pubblicamente per essersi prestate a dare i loro preziosi contributi sul tema da punti di vista differenti, al fine di dare soluzioni da adottare per avere un futuro più inclusivo.

Il mio modello di impresa umano-centrica orientato alla transizione ecologica e alla responsabilità sociale mi ha spinta a scrivere quest’opera contemporaneamente all’impegno in convegni nazionali sul tema, collaborazioni con le università e al coinvolgimento delle scuole nei percorsi di parità di genere perché dobbiamo partire dai ragazzi per abbattere una cultura vecchia, fatta di pregiudizi e orientarci verso un legame basato sulla giustizia.

Non siamo tutti uguali perché le donne e gli uomini hanno caratteristiche diverse biologiche e fisiche, le diversità ci rendono unici ma dobbiamo arrivare ad avere gli stessi trattamenti sulla base di un’unica verità: siamo tutti esseri umani e dobbiamo lavorare insieme per creare un mondo più giusto, equo e sostenibile.

Questo è il messaggio che voglio dare con questo saggio che invito tutti a leggere, sia gli addetti ai lavori che i non perché è solo dal cambiamento culturale che possiamo ripartire per far in modo di raggiungere un futuro basato sull’uguaglianza di genere e sull’inclusione. Il mio compito culturale parte dalle aziende per poi espandersi e unirsi ai giovani, allo scopo di una relazione con la comunità tutta. Dobbiamo rimettere al centro l’umano e la sua dignità senza distinzione di genere.

Ringrazio la casa editrice che ha realizzato una linea editoriale italiana, Fall in Lov, dedicata alle persone che si innamorano e mettono passione nelle cose che fanno, proprio come è successo a me.

Grazie ancora a tutti del supporto, spero di incontrarvi presto alle presentazioni.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

Share This