Da Shakira a Miley Cyrus: vendicarsi fa bene al cuore o al portafogli?

Feb 13, 2023 | Curiosità varie, Ultime novità | 0 commenti

Alle radio stanno spopolando la canzone di Shakira, un inno contro il tradimento di Piqué, e il singolo di Miley Cyrus che lancia frecciatine al suo ex Liam Hemsworth. Ma vendicarsi fa davvero bene? Porta a qualcosa? Fa davvero bene al cuore o più al portafogli?

Canzoni di vendetta: fanno bene?

Si parla di una canzone di vendetta, quella di Shakira nei confronti dell’ex marito, a cui lei ci tiene a dire che sta scambiando un Rolex per un Casio, mentre lui risponde a tono dicendole che un Casio è per sempre, mostrando l’orologio al polso. Shakira ha parole dure nei confronti della giovane fidanzata dell’ex accusandola di essere come lui.

Poco dopo è uscita anche Miley Cyrus con la sua canzone “Flowers” in cui racconta la fine di un amore, anche qui il riferimento è puramente casuale; la fine tra lei e suo marito, ma con un tono decisamente diverso da quello usato dalla collega. Qui si parla di una ritrovata indipendenza emotiva grazie alla fine della sua storia; canzone peraltro uscita il 13 gennaio, giorno del compleanno dell’ex, quasi a fargli un regalo.

In entrambe le bombe uscite contro gli ex ci viene da chiederci se fa davvero bene vendicarsi sparlando e denigrando l’altro, se tutto ciò può aiutare a superare il lutto della fine di una storia importante, come cantava Eros Ramazzotti.

Diciamo che tutti hanno detto la loro e ci sono state reazioni di ogni tipo, favorevoli e contrarie a questo modo diciamo “diverso” di vivere la fine di un amore. Sono due situazioni diverse. Una, Shakira, elabora un tradimento, l’altra Miley una fine per differenze inconciliabili. 

Il pubblico come veicolo di sfogo

Se ci soffermiamo sulla prima, Shakira, possiamo dire che la cantante ha utilizzato sicuramente la musica per sfogare la sua rabbia, denigrando l’altra persona, raccontando il proprio vissuto e il tutto è stato fatto per il portafogli, per monetizzare e far parlare di sé e questo obiettivo è stato raggiunto, anche io oggi parlo di lei. La sua canzone sta facendo il giro del mondo, non in 80 giorni bensì in un giorno, scavalcando hit e facendo parlare di lei. Però non aiuta il cuore, anzi è peggiorativo, lo dice anche la canzone, viene fuori in lei il malessere perché è stata lasciata per una seconda scelta. Il confronto con un’altra persona abbassa inevitabilmente la nostra autostima e quindi mai farlo, bisogna essere consapevoli di ciò che siamo e piacerci per questo, se gli altri non lo capiscono peggio per loro, ma mai evidenziarlo, significa essere insicuri. Lei ha parlato da donna ferita e ha voluto far emergere beni di lusso dicendo che solo lei può averli e poteva farglieli avere, ha voluto ostentare la sua persona. Comunque, Shakira ha pensato al suo di portafogli, cavalcando l’onda, senza lasciare nulla al caso e guadagnando soldi e pubblico da una fine che l’ha ferita nel profondo, ha voluto vendicarsi introducendo cuore e denaro.

Miley Cyrus, invece, si focalizza nel mandare un messaggio del tipo “non ho più bisogno di te, penso solo a me stessa e guardo al futuro“. Nella canzone parla di amore tossico e più che un tradimento ne ha contati quattordici.  Anche lei è parte lesa ma usa toni diversi e non si fa trascinare dalle emozioni. Diciamo che ha scelto la famosa frase la vendetta va servita fredda, anche se sarebbe meglio non farlo mai, né calda e bollente come quella di Shakira, né fredda e apparentemente calma come quella di Miley, perché c’è sempre un ritorno dannoso.

Elaborazione del lutto

Utile sarebbe elaborare il lutto della perdita, eliminare la rabbia e lasciare che il tempo faccia il suo corso e che la persona si renda conto di chi ha perso, senza alzate di ingegno mediatiche. Bisogna vivere il cambiamento come qualcosa di positivo per noi stessi, e trarre un insegnamento importante sempre da tutte le storie che finiscono, perché ci sarà sempre un nuovo volo da spiccare.

Le ricerche che sono state fatte negli ultimi anni affermano, però, che la vendetta fa bene alla salute mentale di chi decide di usarla. Sembra che chi la mette in atto lo faccia perché vuole stare meglio, pareggiare i conti con il passato e avere l’ultima parola sulla questione. Non pensano alle conseguenze mentre si vendicano, anche se a lungo andare incidono sulle proprie emozioni provocando solo odio e risentimento e non permettono di voltare la pagina del libro della propria vita, anzi lo bruciano, tutto solo per vendicarsi.

Ma alla fine ha fatto davvero bene al loro cuore questa vendetta? Sicuramente no, se non nei limiti di un appagamento transitorio forse. Ha fatto più bene ai loro portafogli visto che hanno scalato le classifiche e sono entrate nei cuori dei loro fan.

Sarà stata tutta orchestrata questa vendetta per portare a qualcosa di vantaggioso? A noi non è dato sapere ma qualcuno in tutta questa storia ci avrà sicuramente guadagnato.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

Share This